Convegno “Il Coraggio di Educare”

Nome: Convegno “il Coraggio Di Educare”
Descrizione: Il 20 Aprile si terrà nell’Istituto Alberghiero di Chianciano Terme un Convegno sull’importanza dell’educazione.
Data di inizio: 20 Aprile 2013 alle 09:00
Invitati: Ingresso Libero
Luogo: Istituto Alberghiero Pellegrino Artusi, Chianciano Terme
Performer presenti: Massimo Pomi, Gianni Resti, Franco Cambi, Bruno Rossi, Massimo Pomi, Clara Messere, Sandra Rosini, Antonio Mammana, Mariella Batelli

L’educazione è il collante fondamentale col quale costruire il futuro, ed è bene avere una formazione, anche di livello base, per conoscere gli odierni metodi educativi e soprattutto l’importanza che ricopre questa materia nel nostro secolo.

Con questo obbiettivo, e la speranza in un avvenire più coscienzioso, il 20 Aprile si terrà a Chianciano Terme un convegno pedagogico dal titolo Il Coraggio di Educare. Un viaggio tra storie e luoghi dell’educazione di ieri e di oggi, pensando al domani.”

Quale miglior luogo se non una scuola? L’intervento avrà luogo nell’Istituto Alberghiero Pellegrino Artusi di Chianciano, con la promozione dell’Istituto Professionale per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera e la collaborazione del Centro “L.Mori” di Gugliano (Trequanda) e dell’Ass. “Astrolabio” di Sinalunga.

L’evento seguirà il seguente programma:

  • Ore 9: Inizio convegno, con l’accoglienza degli studenti e del personale dell’Istituto Alberghiero;
  • Coordina Gianni Resti, insegnante e presidente della Fondazione Musei Senesi
  • Ore 10: Parla Franco Cambi, docente dell’Università degli Studi di Firenze, con il tema “Il bisogno di istruzione, oggi”;
  • Ore 10.45: L’intervento passa in mano a Bruno Rossi, docente dell’Università degli Studi di Siena, con il tema “Il lavoro: un’esperienza formativa”;
  • Ore 11.30: Coffee Break;
  • Ore 11.45: Riprende Massimo Pomi, il dirigente scolastico dello stesso Istituto Alberghiero, con “Nessun bambino nasce cattivo: le idee e l’opera educativa di Fabrizio Mori”I;
  • Ore 12.15: Parla Clara Messere, mediatrice familiare in formazione, continuando il flusso del discorso già iniziato dal Massimo Pomi con “Nessun bambino nasce cattivo: l’attuale modello educativo di Gugliano”;
  • Ore 12.45: A seguito è previsto un dibattito di mezzora;
  • Ore 13.15: Pranzo a cura degli studenti e del personale dell’I.I.S. “Artusi”;
  • Ore 14.30: Il discorso riparte con Sandra Rosini, pedagogista clinico, con  “Dal volo degli angeli al raccolto di Iris Origo e la Casa dei Bambini a La Foce”;
  • Ore 15.00: La parola passa ad Antonio Mammana, insegnante dello stesso istituto, con il suo discorso “Le scuole rurali dalla Valdorcia ai tempi della bonifica”;
  • Ore 15.30: Prende il microfono Mariella Batelli, anch’essa insegnante, parlando de “La scuola nuova di Alessandro Marcucci”;
  • Ore 16.00: Massimo Pomi, il dirigente scolastico, che ci racconta di Alice Hallgarten Franchetti e dell’esperienza della Montesca;
  • Ore 16.30: Secondo dibattito di mezzora;
  • Ore 17.00: Conclude Gianni Resti, insegnante e presidente della Fondazione Musei Senesi;

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *